Al via le bonifiche nelle aree naturali, arriva il finanziamento della Regione

mercoledì 13 dicembre 2017
Interventi di bonifica in corso in diverse aree naturali del litorale ionico. Il finanziamento della Regione Puglia e il Comune di Manduria portano a nuova vita aree protette quali la "Palude del Conte" e "Salina Monaci"

Sono stati avviati gli interventi di bonifica nel territorio di Manduria nell’area delle riserve naturali del litorale tarantino orientale. Il Comune di Manduria si è aggiudicato difatti un finanziamento di circa 30mila euro relativo al bando
 “Rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati e materiali spiaggiati nelle aree protette”. Lo stesso Comune ha investito nel progetto anche oltre a 10mila euro di fondi comunali per rendere ancor più efficace gli interventi a tutela del territorio.
I siti interessati rientrano nelle zone a maggior tutela dal punto di vista ambientale, riconosciute a livello nazionale e regionale. Le risorse serviranno a bonificare l’area di proprietà comunale in contrada Marina, dove sono presenti giovani pinete e dove verranno, successivamente, ripristinati i vecchi muretti a secco per chiudere gli accessi abusivi.
L’obiettivo principale del progetto sarà la bonifica delle zone tutelate con la rimozione dei detriti, del materiale di risulta, dell’amianto e degli inerti presenti sulle stradine di collegamento dei boschi Cuturi e Rosamarina, sui percorsi retrostanti la Salina Monaci, sui sentieri della Palude del Conte.
Saranno poi installati appositi cartelli informativi e 2 telecamere con funzioni di prevenzione dell’illecito abbandono dei rifiuti allo scopo di scoraggiare i possibili trasgressori.
Gli interventi del progetto si sommano alle bonifiche già eseguite per tutto il mese di novembre dalla squadra dell’Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali - ARIF, in forza alle Riserve Naturali e con il coordinamento del Direttore Alessandro Mariggiò. Sono stati effettuati interventi di bonifica rifiuti nelle zone dunali e retrodunali nell’area protetta Palude del Conte con la raccolta di ben 80 sacchi di materiale, differenziati e consegnati alla Igeco.
"Una bonifica totale dell’area protetta, 
effettuata dalle istituzioni" spiegano dal Comune di Manduria, "che potrà durare nel tempo solo grazie al contributo di una maggiore sensibilità dei cittadini, la cui collaborazione è elemento indispensabile per la salvaguardia del proprio territorio".
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
10/09/2018
In un'intervista a Repubblica, l'attore lancia strali ...
Ambiente
06/09/2018
 Dopo una lunga trattativa, i sindacati riescono a ...
Ambiente
06/09/2018
Il Comune ha richiesto l'intervento del nucleo ecologico: ...
Ambiente
30/07/2018
Senza il sindaco Melucci, assente per protesta, stamattina ...
Vendite online per il festival che animerà la valle dal 13 luglio al 4 agosto. È aperta la vendita ...