Via ai saldi, i consigli di Confcommercio

mercoledì 4 gennaio 2017
Dal 5 gennaio al 28 febbraio via agli sconti di fine stagione nei negozi pugliesi. 

Apertura ufficiale della stagione 2017 dei saldi invernali in Puglia. La Regione, infatti, ha accolto la richiesta di Federmoda/Confcommercio di confermare la tradizionale data di chiusura, che inizialmente era stata anticipata al 4 febbraio. Anche quest’anno i saldi si protrarranno fino al 28 febbraio prossimo.

Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio, sarebbero circa 15 milioni le famiglie italiane che effettueranno l’ acquisto di almeno un prodotto a saldo.

Ogni famiglia, in occasione dei saldi invernali 2017, spenderà 344 euro per l’acquisto di capi d’abbigliamento, calzature ed accessori per un valore complessivo di 5,3 miliardi di euro.

“Dopo un Natale così così, la speranza passa ora per i saldi – commenta Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vice presidente di Confcommercio - Non saranno però saldi col botto. La nostra stima, euro più euro meno, è che gli italiani spenderanno mediamente come nell’anno precedente. Le vendite di fine stagione saranno sempre una straordinaria opportunità per i consumatori ma, per noi commercianti, non saranno sufficienti a colmare un gap di consumi fortemente condizionato da un andamento sempre più incerto ed altalenante.

A Taranto ed in buona parte dei comuni della provincia i negozi rimarranno aperti anche il giorno dell'Epifania. Apertura che sarà confermata anche per domenica 8 gennaio.

Nei negozi Associati Confcommercio di Taranto le vendite sono garantite dal protocollo d’intesa “Saldi Sicuri”, sottoscritto con le locali Associazioni dei consumatori, Adoc, Adiconsum e Federconsumatori.

Qui di seguito i punti chiave da tenere a mente:

1. Cambi- La possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme(Codice del Consumo 2005). In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso in cui risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto.

2. Prova dei capi- Durante l’acquisto dei prodotti di fine stagione o saldi il cliente ha diritto di provare i capi per verificarne la corrispondenza della taglia ed il gradimento del prodotto. Sono esclusi dalla facoltà di prova, i prodotti rientranti nella categoria della biancheria intima e di quei prodotti che consuetamente non vengono normalmente provati.

3. Pagamenti- Durante le vendite di fine stagione o saldi l’operatore commerciale non potrà rifiutare il pagamento della vendita a mezzo carta di credito.

4. Uniformità dei prezzi- La catena dei negozi che effettua le vendite di fine stagione o saldi si impegnano a porre in vendita negli esercizi che effettuano tali vendite, gli stessi prodotti allo stesso prezzo, impegnandosi in caso di variazione del prezzo, a praticare la variazione in tutti i punti vendita contemporaneamente.

5. Riparazioni- Qualora il costo per l’adattamento o la riparazione dei capi acquistati fosse a carico del cliente, l’operatore commerciale dovrà darne preventiva informazione al cliente e dovrà esporre ben visibile un cartello informativo nel quale si dichiara espressamente che: “Le riparazioni sono a carico del cliente”.

Le merci offerte in saldo devono essere separate in modo chiaro e inequivocabile da quelle che eventualmente siano contemporaneamente poste in vendita alle condizioni normali.

Per tutte le merci offerte in vendita straordinaria è fatto obbligo all’esercente di esporre i cartellini originari e la percentuale di sconto.  

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
01/10/2020
Arriva una buona notizia per l'indotto Arcelor Mittal. “Una nota positiva in un ...
Economia e lavoro
26/07/2020
La Fiom Cgil di Taranto consegue, avvalendosi del patrocinio del suo avvocato ...
Economia e lavoro
22/07/2020
TARANTO - L'incertezza regna sovrana sul futuro dei ...
Economia e lavoro
22/07/2020
Al via il primo appuntamento sabato 25 luglio, a partire ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...