Verso Idomeni, i primi pacchi inviati dall'associazione Salam grazie alle donazioni

giovedì 24 marzo 2016
Sono stati spediti i primi pacchi frutto di una raccolta di beni di prima necessità promossa dall'Associazione Salam. Destinazione: Idomeni. 

Questo semplice appello, in meno di dieci giorni, ha fatto breccia su tantissime persone: sono arrivati infatti da tutta Italia, nelle sedi di Salam (centro interculturale di Taranto e Sprar di Martina Franca), non solo capi d'abbigliamento nuovissimi, ma anche donazioni. Da Macerata sono arrivati 500 euro, ed altre donazioni sono arrivate dalla più vicina Martina Franca. Sono stati spediti dunque 16 pacchi (del peso di 201 kg), contenenti principalmente stivali per uomo, donna e bambino, ed inoltre biberon, ciucci nonché vestiario. L'Associazione Salam ringrazia tutti coloro che hanno collaborato alla raccolta: il negozio Prenatal di Martina Franca, la Caritas di Martina Franca, Artefranca e il Centro diurno di Martina Franca e tutti coloro che hanno mostrato una sensibilità ed una solidarietà – anche in questo caso – straordinarie.
Tutti i beni raccolti sono destinati a sostenere i profughi bloccati ad Idomeni “la nuova Dachau”: l'ha chiamata così il ministro dell'interno greco Panagiotis Kouroublis. Una sorta di campo di concentramento dei nostri giorni, dove oltre 12mila profughi sono costretti a vivere tra il fango e quel “filo spinato” a rappresentare la chiusura delle frontiere, e quindi la chiusura e l'indifferenza dell'Europa.
Ma proprio da Idomeni, luogo simbolo di sofferenza, arriva una grande lezione: un messaggio di solidarietà per tutte le vittime degli attacchi terroristici di Bruxelles “Sorry for Brussels”. E arriva proprio da quei bimbi che hanno conosciuto la guerra, ed ogni forma di privazione. Con questi bambini, è l'Europa che dovrebbe scusarsi.
A loro e a tutti profughi di Idomeni va il nostro sostegno che continuerà. L'associazione Salam comunica infatti che la campagna di raccolta di beni di prima necessità andrà avanti. Chiunque volesse aiutarci può farlo consegnando il materiale presso la sede dello Sprar di Martina Franca, in via Andronico 4, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, e dalle 16 alle 18. 

Servono: stivali da pioggia, giacche impermeabili, biancheria intima per tutte le età e genere, calze, zaini, giacche di tutte le taglie per uomini, donne e bambini, biberon, prodotti per l’igiene, sapone, spazzolini, salviette per neonati.
Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
27/06/2016
Nei mesi estivi aumenta la richiesta di sangue e ...
Solidarietà
24/06/2016
Sarà intitolata a Paolo Antonacci, padre del ...
Solidarietà
23/06/2016
Sono stati diffusi oggi, 23 giugno, durante la conferenza ...
Solidarietà
23/06/2016
L' autoclub storico "scuderia jonica" di Statte ...
Seconda tappa del tour 2016 di “Voci nella notte”, sfavillante tavolozza di varia umanità. ...