"Sinestesia-Le note dell'arte e i colori della musica", dal 23 al 28 marzo all'Accademia Musicale Mediterranea

sabato 19 marzo 2016
Rassegna nazionale d’Arte "Sinestesia – Le note dell’Arte e i colori della musica", dal 23 al 28 marzo 2016 all' Accademia Musicale Mediterranea di Taranto in  via Berardi  5.


La Precis Arte di Lucia La Sorsa presenta la prima edizione della Rassegna nazionale d’Arte “SINESTESIA – Le note dell’Arte e i colori della musica”, che si terrà presso la sede di Taranto dell’Accademia Musicale Mediterranea in Via Berardi n.5, dal 23 al 28 marzo 2016.
Trenta artisti selezionati per l'evento tra coloro che maggiormente si sono distinti per il loro talento e la loro rilevanza artistica, che rappresentano uno spaccato della realtà artistica contemporanea, provenienti da tutta Italia.
Presenti al vernissage di mercoledì 23 marzo 2016, il direttore dell’Accademia Musicale Mediterranea Cosimo Damiano Lanza, musicista di fama internazionale, il giornalista Leo Spalluto, la Poetessa Anna Marinelli e la Responsabile della Precis Arte Lucia La Sorsa.
La presentazione critica delle opere degli artisti sarà a cura della dottoressa Claudia Di Cera.
Nella prefazione del catalogo che accompagna la mostra, Lucia La Sorsa scrive: "La sinestesia, a differenza dell’immaginazione, è involontaria ed insopprimibile, la più frequente è la cromestesia, ovvero sentendo suoni si vedono colori. La sinestesia è uno di quei pochi fenomeni, che hanno avuto la capacità di attrarre contemporaneamente, l’attenzione di scienziati, filosofi, musicisti, artisti, proprio in virtù della sua particolarità. Inizialmente si pensava che la sinestesia fosse un fenomeno frutto della fantasia, usata da poeti e scrittori, per giustificare delle licenze poetiche e letterarie. Soltanto con l’avvento di nuove tecnologie capaci di indagare e dimostrare le percezioni sensoriali del nostro cervello, si parlò di sinestesia come una esperienza reale. Le moderne tecniche di neuro immagine funzionale , hanno dimostrato che il cervello può attivare contemporaneamente zone sensoriali diverse, quindi l’udito con la percezione olfattiva o visiva, con esperienze che in realtà avrebbero dovuto interessare normalmente un solo senso".
Il giornalista Leo Spalluto parla dei riti e in particolare spiega che anche “la Settimana Santa tarantina è sinestesia: suoni, colori, profumi e tradizioni si integrano e si mescolano offrendoci sensazioni uniche e coinvolgenti. Il pathos ci avvolge e ci confonde: ciò che avvertiamo diviene indistinguibile e indescrivibile. Impossibile da raccontare con parole compiute: le note delle marce funebri si colorano di notte e mestizia, gli abiti dei "perdune" profumano di fede e Mistero”.
In esposizione le opere dei seguenti Artisti accuratamente selezionati: Alessandro Avarello, Andrea Calabrò, Andrea Carlini, Annamaria Lo Bello, Barbara Magrì, Clara De Santis, Cosimo Damiano Lanza, Elio Rubini, Emanuela Speranza, Ercole Gino Gelso, Esther, Filippo Ingrassia, Francesca Guetta, Franco Martino, F. Paolo Occhinegro, Giovanni Lacatena, Giuseppe La Sorsa, Giuseppa Maria Gallo, Lucia La Sorsa, Maria Antonia Burgio, Maria Pia Sassi, Massimiliano Cammarata, Ornella Guglielmino, Rita Vitaloni, Romano Volpari, Rosa Potere, Suzana Lotti, Tommy, Valentina Pucci, Vincenzo Massimillo.
La mostra resterà aperta dal 23 al 28 marzo 2016 e sarà visitabile dal pubblico tutti i giorni dalle ore 18:00 alle 20:30. Maggiori informazioni sull’evento saranno presenti nel sito web www.precisarte.jimdo.com
 
Altri articoli di "Arte "
Arte
17/11/2016
Si è concluso il festival d’arte urbana che ha ...
Arte
28/09/2016
Torna con un nuovo progetto all’insegna del ...
Arte
13/09/2016
Dal 17 settembre nell’ex convento delle Suore adoratrici del sangue di Cristo di ...
Il 12 novembre e il 2 dicembre a Taranto, tra ex Convento di San Francesco e TaTÀ Periferie, la settima ...