Entrano in vigore i nuovi divieti per il fumo. Eccoli riassunti

sabato 6 febbraio 2016
Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha firmatola Circolare indirizzata ai prefetti che fornisce indicazioni interpretative e attuative dei divieti conseguenti all’entrata in vigore del Dlgs. n. 6/2016 sul fumo dal 20 maggio prossimo.

Sono diverse le novità introdotte e per evitare sanzioni (maggiorate del 10% rispetto alle attual) è bene tenerle a mente. Eccole riassunte:

- Divieto di fumo all'esterno delle strutture ospedaliere, universitarie ospedaliere, degli IRCCS pediatrici, dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria.

La violazione del divieto di fumo può essere rilevata dai delegati alla vigilanza sull’osservanza del divieto e dai pubblici ufficiali e agenti, ai quali competono l’accertamento e la contestazione dell’infrazione.

- Divieto di fumo in auto, per il conducente di autoveicoli, in sosta o in movimento, e ai passeggeri a bordo degli stessi in presenza di minori di anni diciotto e di donne in stato di gravidanza. La disposizione ha la finalità di tutelare i minori e il nascituro dal fumo passivo. In particolare, si intende evitare che il minore di anni diciotto o la donna in stato di gravidanza, in un ambiente ristretto quale è l’autoveicolo, respirino il fumo consumato da altri (sia il fumo prodotto dalla combustione della sigaretta, sia quello che è stato prima inalato e successivamente espirato dai fumatori).

L’accertamento della violazione del divieto, atteso che tale infrazione può essere commessa anche in un autoveicolo in movimento, può essere effettuato dal personale dei corpi di polizia amministrativa locale e dagli ufficiali e gli agenti di polizia giudiziaria.

Dal 2 febbraio è in vigore il divieto di vendita ai minori dei prodotti del tabacco ora è effettivo anche per le sigarette elettroniche, per i contenitori di liquido di ricarica con presenza di nicotina, per i prodotti del tabacco di nuova generazione. 

La violazione del divieto comporta l’applicazione di una sanzione che va dai 500 ai 3000 euro e la sospensione per quindici giorni della licenza all’esercizio dell’attività. Nell’ipotesi in cui il fatto sia commesso più di una volta, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 8.000 euro e la revoca della licenza all’esercizio dell’attività.

Anche in questo caso, competenti a rilevare tale violazione sono il personale dei corpi di polizia amministrativa locale e gli agenti e ufficiali di polizia giudiziaria.

Il rispetto del divieto di vendita ai minori dei prodotti del tabacco viene garantito anche per le vendite effettuate tramite distributore automatico. I distributori automatici, che peraltro sono dotati di sistemi di rilevamento dell'età dell'acquirente, saranno sottoposti periodicamente a verifica effettuata dall'Agenzia delle dogane e dei Monopoli.


Il decreto impone anche:

•   l' obbligo di apporre sulle confezioni di sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua le cosiddette “avvertenze combinate relative alla salute”, composte da: avvertenza testuale, fotografia a colori e numero del telefono verde contro il fumo, al fine di dissuadere i consumatori dal consumo di tabacco;

• il divieto di vendere pacchetti da 10 sigarette e confezioni di tabacco da arrotolare contenenti meno di 30 grammi di tabacco;

il divieto di utilizzare additivi che rendano più “attrattivo” o “più nocivo” il prodotto del tabacco, quali, ad esempio, la caffeina, le vitamine, i coloranti delle emissioni o anche gli additivi che facilitino l’inalazione o l’assorbimento di nicotina e che abbiano proprietà cancerogene, mutageniche o tossiche sotto forma incombusta;

•  il divieto di utilizzare “aromi caratterizzanti” nelle sigarette e nel tabacco da arrotolare, quali odori o gusti chiaramente distinguibili, dovuti a un additivo o a una combinazione di additivi, come: frutta, spezie, erbe, etc.;

•  il divieto di utilizzare nell’etichettatura elementi promozionali e fuorvianti, come riferimenti a benefici per la salute o per lo stile di vita, ad un gusto o un odore, etc.

Altri articoli di "Salute e Benessere"
Salute e Benesser..
20/07/2016
Alimentazione, doping, affettività e ...
Salute e Benesser..
19/07/2016
La dottoressa Amati del ‘Sitri’, Società ...
Salute e Benesser..
27/06/2016
Prevenzione, stili di vita e cronicità. I pugliesi hanno una ...
Salute e Benesser..
09/06/2016
Scriverlo nel vento e soffiarlo ai quattro punti cardinali. È quanto intende fare ...
Il 5 agosto 2016 torna a Taranto il colorato e sfavillante spettacolo ideato da Chicco Passaro e Fedrico Pssariello ...