"La Torre Guaceto che Vogliamo": domani il secondo appuntamento per riflettere sul futuro della riserva

lunedì 16 febbraio 2015
Il Forum dei comitati civici in difesa di Torre Guaceto continua la mobilitazione per la tutela della riserva, con il secondo appuntamento del ciclo di incontri pubblici dal titolo “La Torre Guaceto che vogliamo” che è in programma domani, martedì 17 febbraio, alle 18.30, in via Porta Lecce, 80, a Brindisi, per raccogliere le fila de “La storia ecologica della Riserva negli ultimi 80 anni”, insieme ai ricercatori Leonardo Beccarisi e Giacomo Marzano.  

Dopo il primo incontro dedicato al tema del Canale Reale, arriva un nuovo appuntamento per tracciare in maniera partecipata, con cittadini e istituzioni, l'idea e il progetto de “La Torre Guaceto che vogliamo”. Un cammino che si anima dal basso perché le energie positive che la mobilitazione degli ultimi mesi ha raccolto non si disperdano, perché si raccolgano i suoi primi frutti, perché resti viva nella riserva un'anima connessa con amore alla terra e all'acqua, per non lasciare la riserva ai calcoli, agli interessi, ai progetti della politica, alle bassezze degli uomini, per nutrire di radici e scienza la protesta e la mobilitazione di strada. 

I ricercatori Leonardo Beccarisi e Giacomo Marzano, biologi coinvolti nell'attività di monitoraggio scientifico della riserva, illustreranno le principali trasformazioni territoriali a cui il territorio è andato incontro, le cui cause sono quasi sempre riconducibili a valutazioni economiche basate su obiettivi a breve termine e sui relativi effetti sulla biodiversità dell'area protetta. Gli studiosi illustreranno alcuni interventi gestionali messi in atto nella riserva negli ultimi anni e alcune possibili soluzioni future indirizzate alla riqualificazione e all'uso razionale delle risorse naturali, con particolare attenzione a quelle idriche, ai pascoli e ai boschi.

La riserva di Torre Guaceto è un territorio in cui l'attività dell'uomo si distribuisce in maniera variegata, influenza i processi spontanei e determina trasformazioni. Così è oggi, e così è stato anche in passato. Negli ultimi 80 anni, il sistema socio-ambientale di Torre Guaceto è cambiato e si sono susseguiti nel tempo: la bonifica della zona umida, la forestazione con specie alloctone, la crisi del sistema silvo-pastorale, i tentativi di lottizzazione per fini turistici, la crisi del sistema agricolo tradizionale e l'avvento dell'attuale regime di tutela naturalistica.



 
Altri articoli di "Società"
Società
07/12/2018
La portaerei della Marina Militare è entrata nel ...
Società
27/11/2018
La cittadina è stata scelta per contribuire a ...
Società
19/10/2018
 Lo annunciano fonti della Asl di Lecce: il ...
Società
19/10/2018
Tra sabato 27 e domenica 28 si dormirà un'ora in più. Un referendum europeo ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...