Al via l'ultima edizione di fornelli indecisi: aperte le iscrizioni

mercoledì 14 gennaio 2015
Fino al 15 febbraio aperte le iscrizioni per l'ultima edizione del concorso di cucina dozzinale.

Con buona pace degli estimatori e qualche lacrimuccia dei nostalgici, arriva al capolinea Fornelli Indecisi, il concorso di cucina dozzinale che negli ultimi 5 anni ha messo alla prova i "non professionisti" dei fornelli, impegnati a produrre ottimi piatti a partire da un ingrediente principale: la propria fantasia. C’è tempo difatti sino al 15 febbraio 2015 per partecipare alla quinta e ultima edizione del concorso di cucina, nato dall’omonima rubrica su facebook.

Casalinghe disperate, single buongustai, nonne con la frittura nel sangue, ammiragli in pensione, professori con la passione per le uova, mamme con la polpetta facile, zii con il vizio della crostata, nonni avvezzi alla pasta con le cozze, cugini campioni di riempimento pucce, quelli che dicono “non so chi sia Antonella Clerici”, quelle che pensano che “la Parodi era meglio cotta e mangiata”, quelli che l’importante non è vincere ma mantecare, potranno partecipare a questo concorso dedicato a tutti tranne che ai cuochi o alle cuoche professionisti. Nessun limite di età, razza, religione bastano solo la passione per la cucina e la voglia di condividere i propri segreti. La cucina dozzinale non è di mediocre qualità ma una cucina semplice, fatta con ingredienti che si trovano in casa, basata sulle ricette tramandate dalle nostre nonne o frutto dell’improvvisazione del momento.

Nelle prime quattro edizioni oltre 300 persone (dai 12 ai 90 anni) provenienti da tutta Italia hanno partecipato a questo concorso con l’unico obiettivo di divertirsi.

Ogni candidato dovrà mandare una mail (compilando lapposito formulario) a cucina@fornellindecisi.org con una ricetta di cucina dozzinale, con ingredienti e modalità di preparazione, una breve scheda di presentazione del candidato, un testo (diciamo, letterario, di al massimo 3000 battute) che illustri la ricetta, le sensazioni che il candidato prova (praticamente una traccia libera) e le motivazioni che hanno portato alla sua scelta, e due foto che immortalino il piatto e il partecipante con il piatto appena sfornato e allestito. Ogni candidato potrà partecipare ad una sola delle quattro categorie previste: antipasti (di mare o di terra); primi piatti (caldi o freddi); secondi piatti con contorno; dolci.

Dalle parole si passerà ai piatti. I finalisti saranno selezionati dopo un’attenta valutazione della giuria. Ci sarà spazio anche per le scelte del pubblico attraverso le “Culinarie. Le primarie del centrotavola”. Le dodici ricette si sfideranno in primavera (data da definire) nel corso della finalissima ospitata dalla Masseria Ospitale sulla Lecce/Torre Chianca (www.masseriaospitale.com).

Nel corso della finale i cuochi e le cuoche giunti alla sfida pratica dovranno cucinare la propria ricetta (aiutati da alcuni chef) e farla assaggiare ad una giuria composta da esperti e da persone selezionate nel pubblico (in tutto una dozzina) che al centro della sala assaggeranno le dodici pietanze e decreteranno il vincitore per ogni categoria. Anche quest’anno è prevista una giuria tecnica di qualità che assegnerà il premio della critica. Ovviamente tutti i partecipanti alla giornata (lunga come un matrimonio) non resteranno a bocca asciutta. Una vera e propria festa della cucina. Ai vincitori andranno tanti onori e ricchi premi (in materie prime).

Fornelli Indecisi, realizzato grazie alla collaborazione con Libera Terra di Puglia e molti altri partner è un’idea del patronPierpaolo Lala. Classe 1977, è socio fondatore e lavoratore della Cooperativa Cool Club di Lecce che si occupa di ideazione, organizzazione e promozione di eventi culturali, di uffici stampa e di editoria. Nel 2004 ha pubblicato con Maria Vittoria Dell’Anna il volume “Mi consenta un girotondo. Lingua e lessico nella Seconda Repubblica”. Dopo una lunga militanza su fanzine e giornali autoprodotti nel 1996 ha iniziato a scrivere su quotidiani e periodici locali. Vive prettamente su Facebook e quando ha tempo a San Cesario di Lecce. Nel 2012, 2013 e 2014 si è esibito al Fondo Verri di Lecce con lo spettacolo “Non sono un cantautore”. La sua grande passione fin da piccolo è la cucina (e si vede). Ha ideato Fornelli Indecisi solo per poter rubare ricette. Dall’esperienza  del concorso è nata l’omonima collana editoriale per Lupo Editore che ha già prodotto “50 sfumature di fritto. Piccolo manuale untologico” (2012), “Una frisella sul mare. Canzoni, ricordi e ricette da spiaggia” (2013), “Cucinare con i piedi. Storie di cene mondiali (2014).

 

Altri articoli di "Enogastronomia"
Enogastronomia
15/12/2017
Il buon vino e l’arte della chef si incontrano: Claudio Quarta e Valentina De ...
Enogastronomia
25/09/2017
La nuova edizione è stata curata da Marco Bolasco ed Eugenio ...
Enogastronomia
13/10/2016
Ottobre “al Vincotto” presso Eataly Bari: aziende salentine protagoniste con ...
Enogastronomia
07/10/2016
 Sono 8 le pizzerie che in Puglia meritano una ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...