Lovely, lunedì ispezione della commissione di controllo e ambiente del Comune di Lecce

giovedì 13 novembre 2014

Fissato per il prossimo lunedì l'incontro congiunto delle commissioni di controllo e ambiente del Comune di Lecce per fare luce sulla vicenda del canile Lovely. I consiglieri in visita al canile.

Accendere un faro sul canile Lovely. Lo chiedono con forza i volontari della provincia di Lecce, che continuano a tenere puntata l'attenzione sul canile privato alle porte di Lecce, al centro di una bufera per la gestione del luogo. Dopo gli appelli, le proteste degli animalisti e di semplici cittadini, le parole e la visita dell'assessore Andrea Guido e vari tentativi di fare chiarezza su una vicenda complessa e intrigata, adesso è arrivato il turno dell'intervento delle commissioni di controllo e ambiente del Comune di Lecce. Su richiesta del consigliere di opposizione Paolo Foresio (Pd) e su sollecitazione di Carlo Salvemini, di Lecce Bene Comune, e dell'ex assessore al randagismo e presidente del consiglio comunale Alfredo Pagliaro - che avevano richiesto di portare in commissione la vicenda - è stata fissata per il prossimo lunedì la data per l'incontro tematico. I membri delle commissioni, insieme al personale Asl, si recheranno dunque alle 10.45 presso la struttura, sulla strada di Torre Chianca, per toccare con mano la realtà del luogo.

Se questo possa servire o meno a far chiarezza su tutti i punti ancora nebulosi della vicenda è difficile dirlo, di certo per comprendere fino in fondo la lunga e travagliata storia del canile e la tenacia delle associazioni che puntano il dito contro il Lovely è necessario districare tutti gli aspetti. Se su un piano c'è difatti il benessere degli animali, la loro adottabilità e l'adeguatezza della struttura - cosa che probabilmente attiene più ad un certo tipo di sensibilità - sull'altro la questione è tutta formale. Le accuse lanciate in questi giorni riguardano difatti anche l'aspetto burocratico. Il canile, che come altri fruisce di fondi pubblici, secondo i suoi detrattori non avrebbe tutte le autorizzazioni necessarie. Un aspetto che dovranno chiarire proprio gli amministratori, chiamati anche in causa su un altro versante, probabilmente ancora più scottante, quello strettamente economico. La domanda che i più concreti tra le parti in causa si pongono è in fondo una: che senso ha, in una situazione di assoluta crisi economica che taglia sul welfare, mantenere in piedi una struttura che – dati alla mano – ha bassissime percentuali di adozioni? In soldoni dunque – e non solo metaforicamente – conviene al Comune di Lecce continuare a mantenere il Lovely?

Altro aspetto è poi quello denunciato a gran voce della “inviolabilità” del canile. Nonostante gli appelli, è ancora difficile visitare il luogo e praticamente impossibile documentarlo con foto o video. Ancora questa mattina, come già accaduto nei giorni scorsi, è stato negato l'accesso al Lovely di una volontaria, “persona non grata” ai gestori.

mp


Altri articoli di "Animali"
Animali
10/06/2020
In soli due giorni nel Mar Piccolo di Taranto si sono verificati due gravi fatti di ...
Animali
08/11/2018
Branchi di lupi in Puglia, in particolare a Noci e ...
Animali
19/09/2018
 Coinvolte oltre 60 tra associazioni, sezioni e ...
Animali
18/09/2018
 Lo straordinario avvistamento dei capodogli lo scorso 14 settembre. Il branco ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...