Animali investiti: il volontariato non può sostituire le Istituzioni. La storia della gattina Sophie

venerdì 10 ottobre 2014

Storia a lieto fine per Sophie, gattina investita. Nonostante la legge, sono troppe le vittime della strada private dei soccorsi. Anpana:“La legge impone il soccorso ma non viene rispettata”.

In un momento storico di profonda crisi, c'è ancora spazio per la sensibilità verso gli animali? È questa la domanda che si pongono le guardie ecozoofile di Anpana che prendono spunto da una storia a lieto fine per fare il punto su una legge, la n°120 del 29 luglio 2010, che impone il soccorso per gli animali feriti ma che ancora è del tutto ignorata. La storia di Sophie, gattina investita e salvata dai cittadini e dalle guardie di Anpana, è purtroppo difatti una storia esemplare. Esemplare di come il volontariato - guardie ecozoofile, associazioni animaliste, cittadini amici degli animali -  debbano ancora parare i colpi di carenze istituzionali.  

“Tutto è avvenuto una ventina di giorni fa, quando il telefono delle Guardie Ecozoofile Anpana ha squillato con insistenza perché la Polizia Locale di Lecce aveva una segnalazione urgente da comunicare” raccontano le guardie ecozoofile “In Piazza Partigiani c'era un gattino investito che versava in gravi condizioni e ad aspettare gli operatori c'era la signora che lo aveva trovato e soccorso. Le Guardie Ecozoofile in servizio, Giuseppe Albanese, Morena Atzena e Valentina Campa, si sono quindi recate sul posto e hanno trovato il piccolo felino, di circa un mese, gravemente ferito e circondato da numerosi cittadini sensibili e curiosi. Dopo aver effettuato numerose telefonate a chi di competenza - senza alcuna risposta - avendo a cuore la salute della gattina, le Guardie Anpana hanno preso la decisione di affidarla alle cure del veterinario Gustavo Picci. Qui gli accertamenti hanno rivelato un quadro clinico complicato, evidenziando la frattura dell’omero destro e una frattura esposta della tibia sinistra. La degenza in ambulatorio è stata difatti di venti giorni”.

Una degenza e delle cure costose cui, in mancanza d'altro, hanno deciso di far fronte alcuni cittadini e le Guardie Ecozoofile Anpana,che hanno raccolto il necessario per pagare le spese veterinarie”.

Il lieto fine insomma in questa piccola storia leccese non è difatti, così come imporrebbe la legge, il frutto dell'impegno della macchina istituzionale, ma solo della sensibilità e dell'impegno dei cittadini e delle guardie ecozoofile.

“Con l’emanazione della legge n°120 del 29 luglio 2010, che ha riformato il Codice della Strada, il soccorso agli animali vittime di incidenti stradali è diventato un dovere di tutti i cittadini più o meno coinvolti nell’incidente” spiega Anpana. “Tutto sembrerebbe lineare ma purtroppo i cittadini rimangono vittime di queste leggi capestro. Accade difatti che il cittadino che decida di rispettare la normativa rischia di ritrovarsi tra le braccia un animale che in quel momento non desiderava o, ancora peggio, di dover pagare egli stesso le cure veterinarie, a volte molto esose, che spetterebbero invece al legittimo proprietario dell’animale, privato o pubblico che sia”.

Detto in altri termini, se un cittadino investe un cane o un gatto randagio, il Comune dovrebbe accorrere in suo aiuto. Dovrebbe quindi individuare il proprietario oppure, in mancanza di quest'ultimo, mettere mano alle casse comunali per curare questo cittadino a quattro zampe. “La legge” continua Anpana “prevede che i mezzi di soccorso agli animali feriti siano delle ambulanze veterinarie, in forza anche alle associazioni di volontariato che, in realtà, sono ostacolate burocraticamente nell’intervenire”.

“Purtroppo” concludono “non tutte le storie simili hanno un lieto fine. Molti animali muoiono per strada senza essere soccorsi. I volontari delle associazioni animaliste fanno e continueranno a fare tutto quello possono ma, di certo, non sono in grado e non devono sostituirsi alle Istituzioni”.


 

Altri articoli di "Animali"
Animali
10/06/2020
In soli due giorni nel Mar Piccolo di Taranto si sono verificati due gravi fatti di ...
Animali
08/11/2018
Branchi di lupi in Puglia, in particolare a Noci e ...
Animali
19/09/2018
 Coinvolte oltre 60 tra associazioni, sezioni e ...
Animali
18/09/2018
 Lo straordinario avvistamento dei capodogli lo scorso 14 settembre. Il branco ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...