Cani a spasso? Guai in vista per chi dimentica la paletta

giovedì 20 marzo 2014

Controlli a tappeto in città per i proprietari di cani: a Lecce 3 multe e 6 segnalazioni per assenza di microchip.

Proprietari di cani in allerta: sono in azione le guardie ecozoofile!
Sono partiti a tappeto in tutta la città i controlli delle Guardie di Anpana che, per contrastare l’indecoroso fenomeno dei marciapiedi, delle aiuole e dei giardini pubblici ricoperti dagli escrementi degli animali, in questi giorni stanno ispezionando il centro storico e diversi quartieri della città provvedendo a fermare decine di detentori di cani. Obiettivo è controllare che venga rispettata la norma igienica che prevede l’utilizzo di palette e sacchetti e per verificare la regolare iscrizione all’anagrafe canina e l’applicazione del microchip.


In soli due giorni, sono stati controllati circa venti cani, tra il centro storico e il quartiere San Pio, sono state contestate sei sanzioni per omessa applicazione di microchip e tre persone sono state multate, con una ben 200 euro, per la mancata raccolta delle deiezioni.

“I controlli” annunciano da Anpana “saranno serrati ed estesi a tutte le vie della città, dai giardini alle aiuole, alle strade ed ai parchi cittadini e non avranno vita facile tutti coloro che trasgrediranno le regole”.

Plaude al lavoro svolto dalle Guardie Ecozoofile Anpana l’Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce, Andrea Guido, che afferma: “Sono molto contento del lavoro che le Guardie Ecozoofile Anpana stanno svolgendo sul territorio. Voglio rendere noto che non ci sarà alcuna tolleranza e non saranno concessi sconti per coloro che oltraggiano il decoro della città con un comportamento incivile. La raccolta delle deiezioni dei propri animali è doverosa sia per ragioni di decoro urbano che di igiene. Una città più pulita è una città più bella e più vivibile. Il Regolamento comunale e diverse delibere prevedono obblighi di condotta per i proprietari e per i detentori di cani e impongono l’uso di paletta e sacchetto, strumenti necessari per sottrarsi alle multe comminate ai trasgressori che variano tra 50 e 200 euro. Capiamo il periodo di crisi e di instabilità economica ma chi vive in città ha il diritto di non imbattersi nelle feci dei cani e di trovare i marciapiedi puliti. Le Guardie Ecozoofile Anpana intensificheranno i controlli per porre freno a questo riprovevole fenomeno".

Altri articoli di "Animali"
Animali
10/06/2020
In soli due giorni nel Mar Piccolo di Taranto si sono verificati due gravi fatti di ...
Animali
08/11/2018
Branchi di lupi in Puglia, in particolare a Noci e ...
Animali
19/09/2018
 Coinvolte oltre 60 tra associazioni, sezioni e ...
Animali
18/09/2018
 Lo straordinario avvistamento dei capodogli lo scorso 14 settembre. Il branco ...
Al Cinema Bellarmino di Taranto arrivano le “Giornate del Cinema Horror”:  anteprima il 31 ...